Seleziona una pagina

Il 10 e l’11 dicembre si sono svolti i primi esami da remoto per certificare le competenze professionali degli Esperti in ambito Building Information Modeling – BIM, grazie al prezioso supporto dell’Organismo di Valutazione Strategie Digitali e dell’azienda Openview Solutions.
I candidati hanno potuto svolgere l’esame da remoto, grazie a una procedura che ne consente di salvaguardare l’integrità e la sicurezza, attraverso adeguati sistemi di sorveglianza sulla corretta esecuzione delle prove d’esame.
Inoltre da novembre CEPAS ha raggiunto un traguardo fondamentale: l’estensione dell’accreditamento ACCREDIA che conferma la qualità del servizio offerto e lo pone tra gli Enti che possono rilasciare certificati accreditati ai professionisti BIM.

Diamo la parola ai professionisti che hanno superato l’esame e che saranno iscritti nel Registro dei BIM Specialist certificati CEPAS:

Claudio Pia – architetto: “Lavoro da più di dieci anni nel settore dell’architettura e delle costruzioni. Ho sempre visto il mio ruolo all’interno di un team pluridisciplinare e la tecnologia BIM mi ha aperto gli occhi su quello che il futuro della professione deve includere: collaborazione, confronto ma anche innovazione e progresso. Ciò che prima comportava grande dispendio di energie, da BIM Specialist può essere affrontato con riduzione di tempi e costi per me in prima persona, ma anche per tutti gli altri attori coinvolti nella filiera, senza rinunciare alle garanzie del risultato finale. Anche in tempi di Covid-19, CEPAS ha saputo stare al mio fianco dandomi valide indicazioni e supporto per restare comunque al passo coi tempi, adattandosi alle nuove situazioni. La certificazione è stata un momento di maturità superiore: un nuovo punto di vista verso il mio lavoro e un punto di partenza per nuove esperienze, anche in ottica internazionale.”

Andrea Dusi – architetto: “Già in fase universitaria avevo cominciato a sentire parlare di progettazione BIM e l’argomento mi ha interessato direttamente anche all’inizio della mia carriera lavorativa, presso un società di ingegneria bresciana.
Il lavoro con il software di modellazione BIM mi ha fatto entrare in questo particolare mondo, che sviluppa un concetto di progettazione stimolante ed in continua evoluzione.
Lavoriamo in un’epoca in cui superare limiti e distanze non è un’opzione, ma una necessità; per questo ho ritenuto opportuno buttarmi a capofitto in questo mondo ed in questa filosofia progettuale e lavorativa.
La certificazione come BIM Specialist con CEPAS è stato un modo per certificare la mia figura di architetto sul mercato del lavoro, ma anche l’inizio concreto di un progetto professionale e lavorativo personale.”

Francesca Ravelli – architetto: “Sono Direttore Tecnico di una Società d’Ingegneria e mi occupo da anni di lavori pubblici.
Ho deciso che era arrivato il momento di ottenere la certificazione come BIM Specialist, poiché quella più affine al ruolo che ricopro.
Ho seguito il corso di preparazione con Openview Solution ed automaticamente l’esame con CEPAS.
Pur con le difficoltà del momento, l’esame si è svolto senza particolari problemi.”

Federico Cobelli – architetto: “Ho scelto di fare l’esame e registrarmi con CEPAS per dare un valore aggiunto alla mia professionalità.
Penso che, grazie a questo riconoscimento, potrei avere nuove prospettive lavorative.
Ho deciso di qualificarmi come BIM Specialist, poichè ritengo che ad oggi sia la figura professionale che maggiormente rispecchi le mie competenze professionali relativamente alla norma UNI 11337-7.
Inoltre ho aderito a CEPAS, poichè i servizi offerti sono garanzia di qualità e professionalità, ed anche per l’accreditamento con ACCREDIA.”

Alessandra Comaroli – architetto: “L’introduzione graduale dell’obbligo di adozione del BIM nelle opere pubbliche ha di fatto reso necessario per la mia professione, operando principalmente nel settore pubblico, l’obbiettivo della certificazione.
Mi sono certificata BIM Specialist in quanto questa è la figura BIM più vicina al lavoro che svolgo ogni giorno. Ho deciso di farlo con un organismo che si occupa di certificazione delle competenze professionali e di formazione qualificata come CEPAS, per la garanzia di elevati standard di qualità definiti secondo regole efficienti e trasparenti.”

Corrado Borrini – geometra: “Ho scelto di certificarmi per distinguermi nel mercato del lavoro, dando risalto ad un percorso di formazione e implementazione di un metodo di lavoro sempre più diffuso, richiesto e soprattutto performante per qualità del prodotto e tempistiche di realizzazione, quale è il BIM.
Mi sono certificato BIM Specialist perché queste sono le mie attuali competenze lavorative: l’obiettivo sarà quello di implementarle per raggiungerne di ulteriori certificandomi anche per le altre figure descritte nella UNI 11337-7.
La scelta di CEPAS come ente certificatore è data dalla consapevolezza del valore dell’obietto raggiunto, per pregio e riconoscimento attraverso un certificato accreditato, trovando una struttura seria e corretta, pronta a superare egregiamente anche le difficoltà date da questi momenti di emergenza, creando e mettendo in pratica le condizioni ideali per lo svolgimento dell’esame da remoto.
Da geometra libero professionista la certificazione come BIM Specialist mi consente di affrontare al meglio i nuovi progetti, candidarmi a gruppi di lavoro per progetti inerenti lavori pubblici per cui è richiesto il BIM, oltre di stringere collaborazioni con studi che cercano figure certificate.”

Hermes Gabrielli – architetto: “Ho deciso di certificarmi per concretizzare le mie conoscenze ed esperienze di architetto in ambito BIM. Parte del mio lavoro quotidiano si sviluppa seguendo i principi condivisi con le norme UNI 11337 e per tanto il passo è stato breve. Dovevo solo coniugare la teoria (normative) alla pratica (progettare in BIM con Archicad). In CEPAS ho trovato personale competente e motivato. L’esame per diventare BIM Specialist ha toccato tutte le attività che si presentano in una commessa BIM e come mi aspettavo non è un esame pro-forma. Quindi studiare!
In applicazione delle nuove norme inerenti l’obbligatorietà del processo di digitalizzazione degli appalti pubblici è importante trovarsi preparati alle nuove modalità di affidamento. Dal 2025 tutti gli appalti per opere pubbliche, per qualsiasi importo, dovranno essere presentati in digitale (BIM). Il mio intento è quindi essere preparato, e costituire un team di professionisti, per affrontare tale opportunità.
L’esperienza con CEPAS è stata ottima: personale qualificato e professionale.
Certificarsi è importante per il fatto che al giorno d’oggi un professionista non può rimanere fermo: deve formarsi, deve essere al passo con la tecnologia e con i software.”

Per ulteriori dettagli sulla certificazione, il team CEPAS è a completa disposizione

Share This